Buongiorno amici,

come ben sapete Scavolini dal 2012 ha portato qualità, design, stile ed esperienza a tutti gli italiani nell’ambiente bagno con il progetto Scavolini Bathrooms. Le proposte, anno dopo anno, si sono ampliate offrendo una vasta offerta. Scavolini Bathrooms infatti è un programma di soluzioni arredative dedicate all’ambiente bagno, estremamente articolato nella sua varietà compositiva. Sono ben dieci collezioni complete di oltre 25 lavabi dai disegni esclusivi, sanitari sospesi e a terra, rubinetterie, piatti e box doccia, vasche ma anche specchiere, accessori, insieme ad una linea di 30 sistemi di illuminazione. A questi si aggiunge il progetto Laundry Space, un sistema modulare che reinterpreta gli elementi tipici della lavanderia integrandoli perfettamente alla modularità di alcune collezioni bagno Scavolini. In totale, oltre 150 finiture possibili e più di 1.500 articoli. Ed oggi sono passata al Cersaie, salone della ceramica per l’Architettura e dell’arredo bagno a scoprire i due nuovi arrivati.

Il loro nome? Tratto e Juno.

Sono due bagni raffinati, eleganti che esprimono una classe innata. Il primo dalla finitura decorativa in cemento è laccato opaco mentre il secondo possiede le maniglie integrate nel corpo con profilo j.

Ma non mi sono persa i loro classici:

Idro, il progetto bagno che riassume alla perfezione la praticità e l’ergonomia. pensate che la specchiera ha il led come illuminazione.

Magnifica dalle linee sofisticate e classiche è un bagno per tutti coloro che prediligono le forme seducenti, la composizione romantica laccata lucida Bianco Prestige con maniglie curve e cromate. Una proposta che coniuga charme e razionalità, linee morbide e architetture funzionali, impreziosita da applique Stardust con fili di cristalli.

Poi mi sono innamorata del bagno Diesel Open Workshop dal design industrial contemporaneo con un tocco vintage che vuole richiamare l’allure dell’open loft. La pietra, il metallo e il vetro regalano un’atmosfera d’altri tempi. Lo stesso concept è ripreso in cucina.

Non perdetevi la gym space, un sistema posto all’interno del bagno con il quadro svedese per potersi allenare in tutta comodità.

E pensate che Scavolini ha pensato  anche al vostro laundry space, una vera e propria lavanderia con al proprio interno l’ambiente per lo stiraggio, per la lavatrice, l’armadiatura e mensole opportune. A breve ci sarà una bella novità su questo fronte.

E la straordinarietà delle cucine?

Dopo l’ amata cucina Mia pensata ed ideata da Carlo Cracco, di cui vi ho tanto parlato durante il Salone del Mobile, eccovi la cucina Exclusiva, classica e contemporanea allo stesso tempo. Materiali di lusso, colori scenici ed eleganza regalano alla cucina un’allure davvero sofisticata e quel tocco di raffinatezza agli elementi estetici contenitivi. Questa cucina è pensata per tutti coloro  che amano l’unicità. Ma oggi ve ne mostro un’altra: la Diesel Open Workshop, dallo stile industrial chic per un mix di metallo, vetro, pietra. E’ la cucina che tutti noi vorremmo nel nostro attico!

Vi saluto e ringrazio di cuore Scavolini,

E’ stato un piacere!

Alla prossima!

 

 

Tags

#SCAVOLINI

Leave A Comment

Your email address will not be published.

2 Responses to “Scavolini al Cersaie: ecco le novità dal mondo dell’arredo bagno”