Ed oggi sono tre anni di te,

due anni e mezzo che sei entrato nelle nostre Vite

scodinzolando su e giù per casa

e tre anni dalla tua nascita.

Non è stato semplice all’inizio, la mia allergia al pelo del cane mi teneva lontana da te, ti guardavo con la coda dell’occhio muoverti in punta “di zampe”, mi scrutavi perplesso, ti avvicinavi,  mi tiravi qualche zampata per farti vedere e scappavi via nel sottoscala. Avevi capito forse che per me eri qualcosa in più. In effetti per qualche settimana lo sei stato… Una presenza con la quale dovevo convivere forzatamente.

Poi tutto piano piano è cambiato.

Non so dirti quando ma so dirti certamente che prendermi cura dei miei affetti è ciò che mi fa sorridere più il cuore. Sì, quando ho iniziato a prepararti la pappa ogni giorno, quando ho compreso che i tuoi pochi abbai che per un po’ non sopportavo erano saluti di felicità e di gioia verso chi amavi, quando ti accompagnavo ai giardinetti e ti avvicinavi agli altri cagnolini sempre sorridente e con la voglia di conoscerli, sempre curioso di scoprire nuovi aspetti di ognuno di loro… piano piano mi sono resa conto che ero sempre più orgogliosa di te, Giotto.

A casa hai iniziato a seguirmi, ad ascoltarmi, a prenderti i biscottini quando ti comportavi bene, e a darmi tanti baci quando riuscivo a stare più tempo con te…

Sì così piano piano hai iniziato a far parte di me.

Sai quando l’ho capito?

Quando non ci sei, o meglio quando non ci sono io. Quando viaggio e la prima cosa che chiedo a mia madre al telefono è “Come sta Giotto?”.

Sì, perché con noi sei una presenza costante. Sei leale, silenzioso, obbediente… Meglio dire… Un tesoro.

I soprannomi che ti ho dato sono tanti: da Giotto, a Ciotolo, a Ciotoloso, a Bellezza Divina, a Bellezza della Natura, a Giotto il Bello, a Cucciolo, fino a Cucciolandia…

Ma di cucciolo è rimasto ben poco perché ora che hai tre anni sei adulto, maturo e un pochino saggio… Sembra tu capisca tutto, somigli sempre di più a me, al mio carattere, al mio essere. Sei pacifico, tranquillo, buono, curioso del bello, affettuoso, riservato nella tua intimità e sempre sorridente verso chi ami.

Grazie Giotto per avermi insegnato quanto le piccole cose siano per me le grandi cose della Vita e…

Buon Compleanno!
Ti voglio bene.

Angelica

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.