Search

Home lift in formato mini per le case unifamiliari

Buongiorno amici,

come state? Oggi parliamo di elevatori o piattaforme elevatrici che noi chiamiamo anche “home lift” che rappresentano soluzioni adatte peri trasporto delle persone in case uni o bifamiliari disposte su più piani. A differenza di quelli utilizzati nei condomini, questi modelli sono pensati per abitazioni su pochi livelli (max 4). Alcuni sono progettati per chi ha disabilità motorie perché rispondono ai criteri delle barriere architettoniche; altri sono molto simili agli ascensori e vengono installati nei casi in cui non si possa avere un vero ascensore

Immagine tratta da Cibes Lift

Quali sono i vantaggi rispetto all’ascensore tradizionale?

  1. Ha una velocità minore, max 0,15 m/s;
  2. Non richiede un locale macchine;
  3. Rispetto all’ascensore la piattaforma elevatrice è più agile e più leggera;
  4. Ha un consumo energetico basso e si può collegare a qualsiasi punto luce;
  5. Non è necessario potenziare l’impianto elettrico;
  6. L’installazione è rapida e possibile anche in edifici storici.

Quali sono le caratteristiche del home lift?

Dimensioni: alcuni modelli possono essere stati installati in spazi ridotti larghi meno di 1 m e con un ingombro poco superiore a 1metro quadrato di superficie;

Portata: è compresa tra 250 kg e 400 kg perfetto per accogliere da 3 a 5 persone;

Azionamento: ci sono i modelli con “manovra a uomo presente” ovvero la cabina è priva di porte di cabina, ce ne sono altri che hanno un sistema di manovra automatica e questo significa che ha porta di chiusura e il pulsante che va premuto per andare al piano per poi essere rilasciato;

Porte di cabina: quando presenti possono essere manuali o automatiche;

Pulsantiere: poste a ogni piano.

Parliamo ora di normativa

I mini ascensori devono rispettare la Direttiva Macchine europea 2006/42/CE e dovranno avere la Dichiarazione di conformità CE.

Innanzitutto per la sicurezza è necessaria la presenza di un dispositivo di ritorno al piano ed è previsto un pulsante di allarme in cabina che permette di segnalare un eventuale problema; poi vi è un segnalatore di sovraccarico che è un segnale acustico che si attiva in caso di eccessivo carico in cabina. Infine vi è anche un dispositivo vocale di soccorso che permette di comunicare direttamente con il centro assistenza e su cui si possono memorizzare alcuni numeri.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Angelichic © Copyright 2019. All rights reserved.
Close