Search

YAAZ, PER LA PRIMA VOLTA AL SALONE DEL MOBILE E A ADI DESIGN MUSEUM, DAL 6 AL 12 GIUGNO 2022, HA INTERPRETATO LA GIOIA E LA LEGGEREZZA NELLA PROPRIA VISIONE DELL’OUTDOOR CON UNA SELEZIONE DI ELEMENTI D’ARREDO DISEGNATI DA ANGELETTI RUZZA.


YAAZ ha presentato dal 6 al 12 giugno 2022 al Salone del Mobile e all’interno di ADI Design Museum le collezioni realizzate in collaborazione con la direzione artistica di Angeletti Ruzza, nell’ambito di due progetti allestitivi che danno forma all’estetica e alla filosofia del marchio.


L’installazione progettata per il Salone del Mobile era immersa in un ambiente in cui domina la purezza del bianco. Le collezioni Uz, Barla, Ova e Turtle sono state disposte su un fitto selciato di ghiaia che delimita il percorso tra gli elementi riproducendo la distesa della terra e suggerendo la connessione con l’outdoor.
Alle pareti sono state proiettate ombre di rami e foglie mosse dal vento, a mimare l’atmosfera serena di un giardino.

L’esposizione riconduce gli arredi YAAZ nel loro contesto d’elezione inducendo le sensazioni aeree e lievi di una fresca giornata d’estate.

Ecco qui di seguito le collezioni:


La collezione Uz riunisce un tavolo, una poltrona, un divano e una sedia. La sedia, di dimensioni più piccola rispetto agli altri elementi, è realizzata con una struttura in metallo, differenziandosi dagli altri prodotti che utilizzano il legno come materiale costruttivo.
I profili della serie nascono dallo studio sulla forma geometrica del cilindro, opportunamente lavorata in altezza e diametro e resa più complessa da rastremature alle estremità, come sui poggiabraccia della sedia. Cuscini in tessuto dai colori tenui e incernierati alle sedute completano le realizzazioni.


La collezione Barla si costituisce di poltrona, un ampio divano, un tavolo e una sedia. La struttura principale degli elementi è rappresentata da due tubi in alluminio che corrono sempre paralleli, seguendo linee ora dritte ora curve in un andamento costante che traccia il profilo generale: la realizzazione accoglie e supera una sfida tecnica complessa restituendo una generale idea di solidità.
Gli arredi trovano la propria definizione attraverso un fitto intreccio di tessuto, dall’ampio spessore, che contribuisce a forme morbide e rotonde e alle proporzioni larghe e comode degli elementi, evidenziate dalla presenza di cuscini incernierati alla struttura esterna in metallo per il divano e la poltrona.


Ova è un sistema di sedute componibili disegnato per esaltare il valore della modularità e inscriverlo nel concetto di comfort che è alla base della visione YAAZ. A partire da una struttura in alluminio le sedute di OVA mostrano un carattere vivace e flessibile grazie all’ampia disponibilità di altezze che si modellano sul disegno degli schienali. La presenza di corde in numerose colorazioni definisce l’estetica generale e la geometria lineare della serie, evidenziando la qualità dei materiali scelti: la disposizione dei cuscini sugli schienali è libera, permettendo assetti originali che si adattano a diversi contesti d’arredo.

Ova

La collezione Turtle traduce in elementi di design il linguaggio e l’immaginario infantile che trova nello spazio aperto e nella luce il palcoscenico più desiderato. La sedia, la poltroncina e la sedia a dondolo richiamano i giochi dell’infanzia nella loro leggera spensieratezza.

Turtle

L’esperienza di YAAZ nella lavorazione dell’alluminio permette di ottenere arredi che resistono anche alle più difficili condizioni atmosferiche mantenendo il progetto concentrato sulla comodità: i cuscini, infatti, costituiscono una morbida imbottitura, contribuendo alle linee ampie tipiche del marchio.

Il prestigioso cortile di ADI Design Museum ha ospitato le collezioni Barla e Ova in un allestimento circolare che ha tratto dagli ambienti esterni una sensazione di equilibrio e serenità. Gli arredi, nei toni del verde e del blu, archetipi cromatici degli spazi naturali, sono stati disposti in un’installazione che si caratterizza per la presenza di quattro grandi alberi ispirati ai lavori di Bruno Munari e alla tradizione popolare dell’albero dei doni, segno di buon auspicio.

Ogni albero era corredato da una targa in alluminio che fa da supporto a opere di bambini che riproducono, con grande abbondanza di materiali, la loro personale rappresentazione della natura. L’atmosfera fiabesca e sognante ha trovato compimento nel dettaglio dei Cioppo, piccoli volatili realizzati a mano in stoffa e riccamente decorati: tutti diversi tra loro colorano l’ambiente incanalando levità e luce. Lo spazio espositivo si è completato con tavolini disponibili in quattro misure differenti il cui piano in ceramica smaltata amplia la varietà delle cromie dell’installazione, giocando coi riflessi della superficie.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Angelichic © Copyright 2019. All rights reserved.
Close