Mancano poco meno di 60 giorni all’apertura della 56a Edizione del Salone del Mobile di Milano che si conferma la vetrina d’eccellenza della qualità e innovazione del settore e l’appuntamento internazionale per Architetti e addetti ai lavori. Potevo non mancare?

salone-del-mobile-2017-milano

Sono cinque le manifestazioni che si svolgeranno in contemporanea da martedì 4 a domenica 9 aprile presso il quartiere Fiera Milano a Rho con apertura agli operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, e nelle giornate di sabato e domenica anche al pubblico: Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Euroluce, Workplace3.0 e Salone Satellite.

Eventi da non perdere in fiera e non solo:

  • A Joyful Sense at Work, a cura di Cristiana Cutrona, racconta la visione dello scenario evolutivo dell’ambiente ufficio del futuro, rifondando con contenuti innovativi la teoria della progettazione del prodotto ufficio e degli spazi lavorativi attraverso quattro installazioni, ciascuna rappresentativa delle specificità culturali dell’area di
    provenienza dei quattro Architetti Internazionali – Studio O+A di Primo Orpilla e Verda
    Alexander
    (Stati Uniti), Ahmadi Studio di Arash Ahmadi (Iran), UNStudio di Ben van Berkel e di SCAPE di Jeff Povlo (Olanda) e Studio 5+1AA di Alfonso Femia e Gianluca Peluffo (Italia) che li firmano: America, Asia ed Europa.

 

  • Ritorna, alla sua seconda edizione, space&interiors, l’unico evento connesso con il Salone del Mobile di Milano e dedicato alle finiture per l’Architettura. Da martedì 4 aprile a sabato 8 aprile 2017 presso The Mall Porta Nuova, nel Brera Design District di Milano, superfici,
    pavimenti, porte e finiture d’interni saranno presentati in un allestimento a cura dello studio Migliore+Servetto Architects.

 

  • Evento Mangano: 31 marzo-10 aprile corso Como 9 Installation: Lighting Design by Slamp

 

  • In occasione del Salone del Mobile, l’Agrigelateria di Milano “Gusto 17” crea tre nuovi gusti ispirati alle più iconiche creazioni di design italiano e al cocktail simbolo di Milano. A base di fragola, thè verde e Martini Rosso, i tre gelati saranno disponibili solo dal 4 al 9 aprile. A Milano, anche il food diventa cool durante la Design Week che, puntuale come sempre, si prepara ad invadere ed animare le strade della capitale meneghina. Perciò mille complimenti a “Gusto 17″, la prima Agrigelateria d’Italia, che ha deciso di celebrare l’attesissima kermesse con tre nuovi gusti! In linea con la filosofia dell’Agrigelateria, che utilizza solo prodotti stagionali di prima qualità che arrivano direttamente dal luogo di origine delle migliori eccellenze territoriali del Bel Paese, i gelati ideati in occasione del Salone del Mobile traggono tutti ispirazione da creazioni Made in Italy. I nuovi gusti creati dall’estro di Vincenzo Fiorillo, uno dei tre fondatori dell’Agrigelateria milanese, saranno disponibili in via Savona 17, solo dal 4 al 9 aprile.

 

  • Durante la Design Week La Tenda raccoglie nel format “Acuerdos – nos encontramos en La Habana” una serie di eventi il cui filo conduttore è il calore dell’atmosfera caraibica. Attenta come sempre al sociale La Tenda con queste iniziative supporta la Fondazione Francesca Rava-NPH Italia Onlus per la costruzione di una clinica medica a Wharf Jeremy, lo slum del porto della capitale di Haiti Port au Prince. La nuova clinica, che sarà intitolata a Martina Colombari per il suo impegno come volontaria e testimonial, sarà un presidio sanitario con pronto soccorso, ambulatorio, alcuni posti letto, in collegamento con l’Ospedale NPH Saint Damien, che assiste 80.000 piccoli pazienti l’anno ed è l’unico centro pediatrico in Haiti, luogo dove ogni ora 2 bambini muoiono per malnutrizione e malattie che si potrebbero curare(www.nphitalia.org).

 

  • Nella nuova location CASA LAGO, a due passi dal Duomo, ogni mattina da martedì a venerdì dalle 9.00 alle 11.00, la Gentilezza verrà declinata anche sotto forma di sport e benessere: nel salotto sarà possibile prendere parte a due sessioni di Yoga al giorno, grazie alla collaborazione con il programma RUN4ME LIERAC che per la speciale iniziativa metterà a disposizione i trainer della palestra HARD CANDY FITNESS di Milano già partner del progetto. RUN4ME LIERAC è un piano di allenamento della durata di 7 mesi dedicato alla bellezza, al benessere e allo sport promosso da LIERAC in collaborazione con 3 partner importanti: Io Donna, RCS Sport e la Fondazione Umberto Veronesi. LIERAC è un brand cosmetico distribuito in farmacia che da 40 anni è vicino alle donne con innovazioni d’avanguardia nel mondo dell’anti-età, trattamenti specifici viso, corpo e solari. La filosofia  alla base delle formule dei prodotti LIERAC consiste nell’unire il meglio delle scienze e della natura, sfruttando estratti vegetali efficaci nelle concentrazioni ideali per la pelle, grazie alla collaborazione con medici e centri di ricerca internazionali.

 

  • Oltre alle sedute di Yoga, tutti i pomeriggi, dalle 16.00 alle 18.00, presso CASA LAGO sarà presente anche un servizio di Hair Bar a cura dello staff di Marco Rizzi Namu Hair che creerà meravigliose acconciature floreali e offrirà preziosi consigli sui trattamenti per preservare la salute e sublimare la bellezza dei capelli.Quest’iniziativa è promossa da PHYTO, marca francese fondata negli anni ‘60 da Patrick Alès, hair stylist delle celebrities e inventore del brushing, che si prende cura con efficacia e dolcezza della salute e della bellezza dei capelli con trattamenti ad altissima concentrazione di principi attivi naturali e vegetali. Prenota la tua sessione qui e molti, molti altri…
  • O bag sceglie ancora una volta il Fuorisalone di Milano per svelare un nuovo progetto, che va a saldare il già stretto legame con il design.  All’insegna dell’incontenibile voglia di sperimentazione, che contraddistingue da sempre il brand, O bag esplora i nuovi territori del living grazie a una fluida contaminazione tra moda e design, tutta made in Italy. Il desiderio è quello di realizzare complementi divertenti, dinamici, che seguano la persona nei diversi momenti della giornata e che siano naturalmente personalizzabili, come tutti i prodotti O bag.
    I due nuovi progetti di design, nati dalla collaborazione con altrettanti designer, si chiamano O joy, una lampada smart multisensoriale disegnata da Franco Driusso, e O eat, un portavivande componibile e coloratissimo firmato laboratorio.quattro. Prosegue chiaramente la tradizione di O bag di chiamare i propri prodotti con la “O” iniziale, simbolo di minimalismo, perfezione e gioco: in principio fu O clock, l’orologio in silicone, poi O bag, la popolarissima borsa in gomma eva e a seguire tutta la gamma di accessori moda cresciuti con il successo del brand padovano.
    L’approccio al mondo living è sempre divertito e giocoso e punta al concetto di portabilità e “design in motion”, sia la lampada che la lunch box infatti sono oggetti che si muovono, seguono la persona in tutte le sue attività quotidiane e si possono modificare e personalizzare adattandoli a mood e ambienti diversi. L’approccio innovativo al design unito all’intuizione di mettere sul mercato prodotti componibili in cui il prezzo è scalabile, proprio come accade per tutti gli accessori moda O bag, coronano un progetto di design democratico: per tutti e accessibile.O eat di O bag, il design portatile. La lunch box O eat di O bag è firmata dello studio di design laboratorio.quattro e si avvale, per la parte di ingegnerizzazione progettuale e produttiva, del know-how di Guzzini, leader nella produzione di oggetti di design in materiale plastico per la cucina e la casa.
    O eat è un porta vivande portatile personalizzabile. Si apre e si scompone in due cubi contenitori asportabili, chiusi da un coperchio ermetico ed è dotato di maniglia in silicone, che funge anche da chiusura. Gusci e maniglia sono intercambiabili e sono disponibili in 6 varianti colore che permettono fino a 36 combinazioni differenti con la possibilità di mixare/alternare fasce diverse. La forma a parallelepipedo con angoli smussati strizza l’occhio a oggetti cult del design italiano.
    Il materiale è rigorosamente plastico e molto colorato, secondo i principi di ogni prodotto firmato O bag. Costruita secondo alti standard qualitativi e nel rispetto delle norme alimentari, la lunch box di O bag facilita la vita e rispecchia uno stile sano, sostenibile ed eco-friendly.
    O eat non contiene BPA, è interamente made in Italy, lavabile in lavastoviglie, ideale per una pausa all’insegna del benessere in tutte le occasioni, dal lavoro al viaggio o nel tempo libero e promuove un’alimentazione sana, che sostiene la scelta del cibo fatto in casa e limita gli sprechi. Dimensioni esterne chiusa: 220 mm*110 mm*110 mm. Capacità tot 1,60 lt.
    O joy di O bag, la lampada smart (design di Franco Driusso)La lampada O joy, rigorosamente made in Italy, è un complemento mutitasking e componibile, disegnata per O bag da Franco Driusso, architetto veneziano e co-founder dello studio Driusso Associati operante in ambito internazionale nei settori del Design, dell’Architettura e del Brand Design. O joy è l’archetipo della lampada da tavolo rivisitata in un’insolita versione a dondolo grazie alla sfericità della base. O joy incorpora il valore principale di O bag che è la personalizzazione: ogni parte che compone l’oggetto è disponibile in 6 varianti cromatiche, consentendo a ciascuno di rendere unico il proprio complemento d’arredo. La leggerezza e le dimensioni ridotte (misura H cm 30) la rendono una nomade compagna, adatta a seguire l’utente in ogni luogo: in salotto come in camera, in terrazza o in giardino per rallegrare le serate estive. O joy è una lampada dinamica sia perché dondola sia perché non ha un filo fisso: le batterie vengono ricaricate collegandola alla rete elettrica tramite un alimentatore dedicato o direttamente a una qualsiasi presa USB e, una volta carica, può essere facilmente trasportata ovunque.
    O
    joy in realtà è molto di più di una lampada. O joy è un oggetto divertente e polisensoriale, concepito per sollecitare piacevolmente i sensi dando luogo a un’armonia di stimoli. Oltre alla funzione di punto luce è anche un diffusore di fragranze grazie alle cartucce intercambiabili da inserire all’interno del dispositivo, che consentono con le loro note olfattive di spaziare in differenti ambiti emozionali. Tramite un modulo acustico bluetooth opzionale, facilmente inseribile nella base a mezzaluna, O joy diventa un efficace diffusore di musica da collegare a qualsiasi smartphone.
    Tutte queste funzioni si gestiscono facilmente grazie a un’interfaccia digitale essenziale e user friendly. MULTISENSORY DELIGHT è il concept che accompagna il nuovo prodotto O bag e sottolinea l’idea di multisensorialità che ruota intorno a O joy: un oggetto che regala sensazioni olfattive e uditive insieme a giochi di luci e movimento. Il coinvolgimento di più sensi per un’esperienza unica di completo benessere.

Io ci sarò e voi?

Vi abbraccio.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

13 Responses to “Salone del Mobile 2017: eventi imperdibili”