Lo stile shabby chic è una tendenza che ha letteralmente spopolato per quanto riguarda il design d’interni del 2016 e con l’arrivo della bella stagione, di certo non è andato in pensione. Oggi, infatti, questo stile è vivissimo soprattutto negli spazi esterni, per via della sua eleganza, della sua comodità e anche di una semplicità davvero utile per arredare uno spazio senza compiere salti mortali. Proprio per questo motivo, potrebbe risultarvi davvero utile una guida per trasferire lo stile shabby chic dagli interni agli spazi esterni, valorizzando dunque il vostro giardino. Vediamo insieme come realizzare un outdoor in puro stile shabby chic.

unopiu13_h_3482_M_1600

Illuminare il giardino con le lampade da esterni.

La migliore prerogativa dello shabby chic è la possibilità di arredare uno spazio senza per questo essere costretti a ridurre tutto ad uno stile minimal. Come dice la parola stessa, è il trasandato a divenire la regola in questa forma di arredamento, a patto però che ci si rivolga a materiali di qualità. Questo vale soprattutto per le lampade da esterni che, oltre ad essere di design, dovranno anche essere progettate per durare nel tempo: una regola basilare considerando che verranno messe a dura prova dal sole e dalle precipitazioni. Da questo punto di vista, scegliendo marchi come il noto Unopiù avrete la certezza di acquistare articoli di qualità per l’illuminazione del giardino, come questi,  destinati a regalare al vostro spazio esterno eleganza e concretezza. Il tutto a beneficio di un’atmosfera in puro stile shabby chic.

Caos calmo: come organizzarsi con le piante.

Lo shabby chic è uno stile che non risponde ad alcun tipo di ordine, ma ciò non significa che potrete posizionare tutto alla rinfusa. Soprattutto le piante, che dovranno essere assolute protagoniste del giardino, ma comunque collocate con cura. In questo senso, il consiglio è di utilizzare i rampicanti per ricoprire muri e grate, e di preferire fiori come ad esempio i gerani e le begonie, magari creando uno spettacolare vaso con una vasca in disuso dotata di piedini e riempita di terra.

Arredamento? La regola è essere informali.

Quando si progetta un giardino in stile shabby chic, la regola per quanto concerne l’arredamento è evitare a tutti i costi eccessivi formalismi. L’ambiente deve essere infatti caldo e colorato, per mettere a proprio agio i vostri ospiti. Ed ecco che, allora, potreste optare per un tavolo invecchiato, magari rotondo, intorno al quale collocare sedie di stili diversi, sempre per rispondere alle esigenze del caos calmo. Infine, non rinunciate mai ad un bel dondolo vintage, e a componenti d’arredo come ad esempio i cestini in vimini.

Giardino shabby chic: gli accessori fanno la differenza.

Gli accessori si rivelano fondamentali per dare al vostro giardino un vero aspetto in stile shabby chic, perché catturano l’attenzione, diversificano l’arredamento e donano al vostro spazio esterno un aspetto affascinante, quasi senza tempo. Per questo motivo, noi consigliamo di lanciarvi a caccia nei mercatini di gabbiette per uccelli d’epoca e di annaffiatoi in stile anni ’50, con tanto di ruggine e ammaccature: l’ideale per trasformare il vostro giardino in una autentica macchina del tempo in stile shabby chic.

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.