Continua il mio viaggio con Deichmann in giro per il Veneto, la terra delle meraviglie, ed oggi vi porto alla scoperta di Monte Berico, il famosissimo santuario che si trova sul colle che domina Vicenza. Andarlo a visitare è sempre una grandissima emozione, mi fa ritornare bambina… Lì mi ritrovo a pregare, a sperare, a ripensare e a rivedere tutta la mia vita e quando posso vengo da sola per ringraziare Qualcuno che mi accompagna e mi benedice da lassù, lo sento infinitamente presente in tutto ciò che mi dà quotidianamente.

Oggi indosso un elegante vestito in lana con i rombi sui toni del verde e del rosso impreziosito da  una stola  coordinata, tutto di Principesse Metropolitane. Questi abiti caldi, morbidi, soffici  mi portano già con la mente al periodo natalizio ormai vicino. Ho impreziosito il look con dei bellissimi gioielli firmati Brosway che ritraggono le mie amate piume, dei simboli che rappresentano la leggerezza, proprio quella  che abita nel modo con cui mi piace alle volte  affrontare situazioni diverse rendendole più facili, più sopportabili. Ho calzato anche le  graziose pumps ed ho preso  la deliziosa  bag che  appartengono alla capsule Collection di Ellie Goulding per Deichmann: pietre preziose, applicazioni, velluto e satin sono gli ingredienti perfetti di questa  Collezione strabiliante.

Ho scelto il bordeaux che si mischia all’oro, il colore della perfezione, del bello e della luce per un look elegante dal tocco casual. Spero vi piaccia…

Per acquistare la scarpa bordeaux cliccate qui (ricordate che sta andando letteralmente  a ruba) ma non perdetevi tutti gli altri modelli…

Cosa ne pensate?

A presto con un’altra tappa da vivere insieme con la bellezza degli accessori e la comodità delle scarpe Deichmann…

DSC_7796

DSC_7802

 

DSC_7806

DSC_7813

DSC_7820

DSC_7823

DSC_7833

DSC_7841

DSC_7843

DSC_7853

DSC_7861

DSC_7864

Abito e stola: Princesse Metropolitaine

Scarpa e borsa: Deichmann

Gioielli: Brosway

Foto di Vittoria Brondin

Leave A Comment

Your email address will not be published.

2 Responses to “A spasso per il Veneto con Deichmann”